Guida ai Bagni di Kitež – Tomba opzionale di Rise of the Tomb Raider

Come il suo predecessore, anche Rise of the Tomb Raider mette a disposizione la possibilità di scoprire le antichità nascoste, proponendo sfide più o meno difficili per premiare un’esplorazione approfondita e meticolosa. In questo articolo troverete indicata la guida per la Tomba opzionale Bagni di Kitež, con illustrato il procedimento corretto per risolvere gli enigmi che si celano al suo interno.

Dove trovare i Bagni di Kitež

I Bagni di Kitež si nascondono nel livello Valle Geotermica: Terza Visita. L’ingresso della tomba si cela in una grotta all’estremità nord del fondovalle (figura). L’antro in questione si trova nei pressi della cascata e della Cripta dell’Astronomo ed è contrassegnata con un’icona a forma di orso sulla mappa.

Un’icona non casuale: come suggerisce l’ambientazione di alberi divelti, infatti, la zona è abitata da un pericoloso orso, che attende di essere sfidato e battuto nella sua tana. Si tratta di un animale coriaceo, ma potete abbatterlo servendovi di frecce avvelenate, cogliendo l’animale di sorpresa (figura) ed eventualmente rinchiudendolo in angolo. Dopo avergli scoccato contro una o due frecce avvelenate (figura), passate alle frecce con granata per liberarvene rapidamente (figura), oppure affidatevi ad una scarica di proiettili della vostra migliore arma da fuoco. Se l’orso dovesse riuscire a trovare il tempo di caricare verso di voi, imbracciate prontamente un arma a corto raggio – come il Fucile pesante (figura) – e difendetevi a denti stretti.

Rimosso il feroce inquilino della grotta, utilizzate la piccozza per sfaldare la fragile parete (figura), poi seguite il tunnel fino ad arrivare nei pressi di una piccola piscina. Con l’aiuto dell’autorespiratore, nuotate attraverso il tunnel allagato per raggiungere una zona paludosa con muri fatiscenti e radici affioranti. Quando vi avvicinerete all’arcata sul lato opposto della piscina, guardate a destra per individuare una cassa di Materiali che giace su una sporgenza (figura). Distruggetela, quindi attraversate l’arcata (figura).

Spostatevi verso il bordo del ramo tortuoso, ma non saltate nel vortice sottostante, altrimenti Lara annegherà. Al contrario, osservate come l’acqua sgorga da tre grossi condotti sulla parete sinistra. Il flusso delle acque che fuoriescono segue uno schema ben preciso: prima un getto sgorga dal condotto centrale (figura), poi dal primo e dal terzo condotto contemporaneamente (figura), poi di nuovo dal condotto centrale, e così a ripetersi.

Per poter attraversare il ramo senza essere travolti dall’acqua, avrete bisogno di un attento tempismo. A questo proposito, non appena l’acqua dal primo e dal terzo condotto comincia a defluire, percorrete l’inizio del ramo (figura) ed avanzate fino a quando Lara si troverà tra il primo e il secondo condotto. Adesso, attendete che il condotto centrale lasci sgorgare l’acqua. Non appena questa operazione si conclude, spostatevi nello spazio tra il secondo e il terzo condotto (figura).

Infine, attendete che il terzo condotto rilasci l’acqua e si plachi, poi continuate verso la sporgenza lontana. Arrampicatevi sulla parete per arrivare nella stanza soprastante (figura). Sulla sinistra scoprirete un nuovo Accampamento: “Santuario sul Gorgo“. Fermatevi un momento e noterete un pulsante quadrato sul pavimento (figura), il tipico interruttore calpestando il quale s’innesca una pericolosa (e triplice, in questo caso) trappola acuminata. Se non desiderate attivare la trappola, saltate oltre di esso; in caso doveste schiacciarlo per errore, invece, preparatevi a distruggere i 3 blocchi di legno che sostengono gli aculei (figura), così da disattivare la trappola.

Al di là della trappola, salite le scale accanto a voi, ignorando per adesso le scale che scendono (conducono a quello che, per ora, è un vicolo cieco). Giunti in cima alle scale, attraversate l’arcata più avanti e insinuatevi nell’apertura fra le radici affioranti (figura) per fare il vostro ingresso nei Bagni di Kitež.

Guida per i Bagni di Kitež

Bagni di Kitez

Tuffatevi nella piscina sotto di voi (figura) e nuotate in avanti, in direzione dell’alcova a sud-ovest (figura), quindi salite sulla barca di legno (figura). L’obiettivo dell’enigma è raggiungere la stanza dietro le sbarre, perfettamente visibile dalla vostra posizione. Per cominciare, voltatevi, posizionatevi vicino al rocchetto di corda sulla parte anteriore della barca e scoccate una freccia a corda nella trave sul lato opposto della camera (figura). Così facendo, creerete un ponte di corda. A questo punto, utilizzate la piccozza per girare la manovella (figura) e spostare la barca in mezzo alla piscina (figura). Quando arriverete circa a metà strada, la corda si spezzerà (figura), ma non preoccupatevi: è del tutto normale e, anzi, è il segnale che state proseguendo correttamente.

Dalla posizione in cui vi trovate, scoccate una freccia a corda nella trave ubicata nella rientranza a sud-est (figura). Dopodiché, girate la manovella per condurre la barca in quella stessa nicchia (figura). Fatto questo, saltate nell’apertura rialzata sulla destra (figura) e lasciatevi cadere nella stanza dall’altra parte (figura), quindi nuotate verso la sporgenza sul lato opposto. Uscite dall’acqua ed avvicinatevi al congegno avvolto da corde. Quando tirerete la maniglia (figura), le grate ai lati si apriranno, lasciando defluire dell’acqua fuori dalla stanza. Tuttavia, non appena lascerete andare la maniglia, le grate cominceranno subito a richiudersi, perciò il livello dell’acqua comincerà di nuovo a salire. Per abbassarlo in modo permanente, iniziate tirando la maniglia e lasciando defluire l’acqua più che potete (figura). Successivamente, lasciate andare la maniglia: rapidamente, prima che l’acqua salga, giratevi e saltate con rincorsa sulla sporgenza in legno sulla destra (figura) fino ad arrivare al verricello avvolto da corde (figura). Posizionatevi vicino a quest’ultimo e scoccate in fretta (ma con precisione) una freccia a corda verso il groviglio di corde che avvolge il congegno con la maniglia (figura). A questo punto, adoperate la piccozza per azionare la manovella (figura) e fatela ruotare più che potete. Questo dovrebbe tirare il congegno verso di voi, mantenendolo completamente teso. Così facendo, il livello dell’acqua resterà permanentemente abbassato. Attualmente, quindi, avete ridotto di metà il livello dell’acqua rispetto a quando siete entrati.

Per proseguire con la risoluzione del puzzle, arrampicatevi in salto sulla parete, poi saltate sulla barca, ora sotto di voi. Una volta su di essa, scoccate una freccia a corda nella trave sospesa nella nicchia che rimane sull’estrema sinistra (figura). Ancora una volta, girate la manovella per condurre la barca verso la nicchia appena ancorata, poi saltate sulla sporgenza alla fine della rientranza (figura) per rinvenire una Mappa d’archivio (9/9) (figura).

Adesso, nuotate sotto l’arco della stanza accanto alla barca (figura) per raggiungere una nuova area. Nuotate verso la sporgenza con un altro congegno avvolto da corde (figura). Questo meccanismo è quasi identico a quello della camera precedente, con la differenza che questa volta manca un rotolo di corda dalla parte opposta. Intanto, tirate la maniglia e attendete che l’acqua inizi a defluire (figura). Quando l’acqua è completamente sgorgata (figura), rilasciate la maniglia. A questo punto, prima che l’acqua salga nuovamente, dovrete girarvi e scoccare una freccia corda nel rocchetto di corda che si trova sulla parte anteriore della vostra barca (figura), che dovrebbe essere ammarata dall’altro lato dell’arco. Per raggiungere in fretta la barca, potete saltare attraverso le sporgenze fino alla piccola apertura in alto sulla parete in fondo (figura), aprendo un Dono della Provvidenza lungo il tragitto, per poi lasciarvi cadere nella stanza principale e nuotare fino alla barca. In alternativa, potete tuffarvi in acqua e tornare indietro (figura), ripassando al di sotto dell’arco (come avete fatto per entrare), attendendo però che il livello dell’acqua salga a sufficienza. A prescindere dal tipo di percorso adoperato, non appena vi trovate sulla barca, azionate la manovella per tirare la maniglia (figura), aprendo così le grate ed abbassando ancora una volta il livello dell’acqua. Quando non potrete più ruotare la manovella (figura), questa si bloccherà e l’acqua sarà quasi completamente drenata.

Ricompensa finale e uscita

Senza l’aggravio dell’acqua, potete ora esplorare la tomba a piedi, raccogliendo 2 pile di Monete bizantine dalle nicchie rispettivamente a nord-est e sud-est (figura). Successivamente, raccogliete le Frecce (figura) di fronte alla stanza con le sbarre (se ne avete bisogno) e sparate contro le urne di fuoco greco di fronte al cancello (figura) per scatenare un’esplosione (figura) e liberare finalmente l’accesso alla stanza con il codice. Entrate, raccogliete un altro mucchio di Monete bizantine (figura) e poi salite sul piedistallo per leggere il Codice antico. In tal modo, completerete questa Tomba opzionale (4/4) e sbloccherete l’abilità “Presa d’acciaio“, grazie alla quale l’arrampicata su roccia e ghiaccio diverrà notevolmente più veloce.

Quando siete pronti ad uscire, lasciate questa stanza (figura) ed attraversate le arcate che vi rimangono di fronte, sulla sinistra (figura). Salite le scale ed esaminate lo scaffale accanto alla statua (figura) per ritrovare un Documento (32/33): “Un nuovo scopo” della raccolta “Bagni di Kitež“. Dopodiché, utilizzate una freccia a corda per sfaldare la barriera che ostruisce il passaggio (figura), quindi attraversate il varco creato e salite un’altra rampa di scale per essere ricondotti all’Accampamento “Santuario sul Gorgo“. Prestate attenzione alla trappola acuminata di prima, se non l’avete ancora innescata (figura). A seconda di quali sono i vostri programmi, potete scegliere di proseguire utilizzando la corda tesa che si estende oltre il vortice, per poi seguire il tunnel a ritroso nella tana dell’orso e riaffacciarvi sulla Valle Geotermica, oppure utilizzare la funzione “Viaggio rapido” dell’Accampamento “Santuario sul Gorgo” per raggiungere un accampamento di vostra scelta.

Acquista Rise of the Tomb Raider

Acquista Rise of the Tomb Raider: Celebrazione dei 20 anni

La versione fisica e/o digitale di Rise of the Tomb Raider è disponibile presso rivenditori locali e online. Se vi va di sostenere questo sito, potete acquistare attraverso i nostri link di affiliazione Amazon, cliccando qui sotto:

Acquistando dai link di affiliazione soprastanti, il sito di Allgamestaff otterrà una piccola quota dei ricavi. Non è applicato alcun sovrapprezzo per chi acquista. Grazie per il vostro supporto!

Pubblicato da Mark

Mi chiamo Marco e, nonostante giochi a Final Fantasy sin da quando ero bambino, non sono riuscito a ideare un nickname più fantasioso di Mark. La mia passione per le serie di Final Fantasy e Tomb Raider mi ha portato a creare Allgamestaff, un sito web nel quale ho pubblicato numerose guide strategiche nella speranza di aiutare altri fan come me a superare un ostacolo e ad esplorare ogni anfratto. Amo la scrittura e i videogiochi: il mio sito è il luogo nel quale questi due interessi si incontrano.