Final Fantasy VII Rebirth – Panoramica del gioco

Annunciato durante la Celebrazione del 25° anniversario di Final Fantasy VII in streaming, Final Fantasy VII Rebirth continua la storia di Final Fantasy VII Remake, portando Cloud e il suo gruppo fuori dal cuore di Midgar e direttamente nel mondo esterno.

Come per il gioco precedente, questa parte 2 di Final Fantasy 7 Remake è un’esperienza completa e indipendente che reinventa l’iconico universo di Final Fantasy VII per l’era moderna.

Data di uscita di Final Fantasy VII Rebirth

Final Fantasy VII Rebirth - Logo

La data di uscita di Final Fantasy VII Rebirth non è ancora nota, ma è stata rivelata la finestra di uscita: inverno dell’anno prossimo. Questo significa che la parte 2 di Final Fantasy VII Remake uscirà fra la fine del 2023 e gli inizi del 2024. Come successo alla Parte 1, però, l’uscita avverrà inizialmente in esclusiva Playstation. Nello specifico, il gioco sarà un’esclusiva PlayStation 5.

La parte 2 di Final Fantasy VII Remake è progettata affinché se ne possa godere a prescindere che si conosca il gioco originale o meno. I nuovi giocatori, infatti, potranno addirittura iniziare il loro viaggio da FF VII Rebirth.

Testuya Nomura – Creative Director c/o Square-Enix

Trailer di anteprima

Il trailer di anteprima, che battezza la parte 2 del remake con il nome di “Rebirth” (Rinascita), ci permette di scorgere il seguito dell’avventura interrotta nella prima parte e alimenta alcune delle teorie che si sono diffuse in merito a quella che sarà la linea narrativa del remake dopo l’enigmatico finale al quale abbiamo assistito in Final Fantasy VII Remake.

Il trailer anticipa anche ciò che potremo aspettarci a livello di ambientazioni, introducendo una location che i fan del gioco originale riconosceranno senza dubbio.

Trilogia del progetto Remake

Final Fantasy VII Rebirth

Durante lo streaming della Celebrazione del 25° anniversario di Final Fantasy VII, il produttore del progetto del remake di Final Fantasy VII, Yoshinori Kitase, ha rivelato che la serie conterrà tre giochi completi.

In particolare, la trilogia comprenderà il già pubblicato Final Fantasy VII Remake, l’imminente Final Fantasy VII Rebirth e un ultimo gioco non ancora noto.

Come rivelato durante la trasmissione, al momento sono in sviluppo più progetti in contemporanea legati al remake di Final Fantasy VII. Sebbene ogni titolo nel progetto giochi un ruolo diverso, sono tutti connessi all’universo di FF7 e ai suoi personaggi. […]

Non vedo l’ora di condividere gli intenti che sottostanno alla scelta del nome “Remake” per il primo titolo e di “Rebirth” per il secondo. Col tempo, spero di rivelare quale sarà il nome dell’ultimo progetto, assieme alla destinazione finale di questo viaggio. […]

Testuya Nomura – Creative Director c/o Square-Enix

Collegamenti fra FF VII Remake e Rebirth

FF VII Remake - Sephiroth

Come parte dei festeggiamenti che si sono svolti per il 25° Anniversario di FF VII, il team di sviluppo che ha lavorato a Final Fantasy VII Remake ha risposto a numerose domande sui giochi relativi alla Trilogia del progetto Remake, da quelle su personaggi, trama e design del mondo fino ai segreti del sistema di combattimento.

Le loro considerazioni sono state raccolte in una rubrica mensile sul Blog di Square-Enix, dal titolo Final Fantasy VII Revisited, e aiutano a rintracciare alcuni collegamenti che esistono fra FF VII Remake (la parte 1 del progetto) e FF VII Rebirth (la parte 2 del progetto). Riporto di seguito gli spunti a mio avviso più interessanti.

Nota! La sezione che segue contiene Spoiler! Se non avete terminato Final Fantasy VII Remake, vi suggerisco di rimandarne la lettura ad un secondo momento.

I fan che hanno giocato al Final Fantasy VII originale sono rimasti molto sorpresi nel vedere Sephiroth apparire già nel Capitolo 2 nel gioco per schernire Cloud. Motomu Toriyama (Co-regista e progettista dello scenario) ha spiegato che il team ha deciso di aggiungere Sephiroth alla storia così presto con un duplice scopo:

  • La prima intenzione era mostrare l’effetto che Sephiroth – molto probabilmente immaginario – aveva sulla mente di Cloud già dagli esordi dell’avventura
  • La seconda intenzione era dimostrare che l’esistenza di Sephiroth aveva un’enorme influenza sul mondo di Remake stesso.

Dopo che Cloud cerca di respingere Sephiroth, la sua mente è afflitta da una sorta di interferenza che offusca la sua mente. Il panorama che riesce a scorgere durante questi momenti di confusione è la Nibelheim del passato in cui è cresciuto. In questa fase, lo sfondo della città stessa contiene anche edifici in legno dati alle fiamme che non dovrebbero esistere in quel luogo.

Final Fantasy VII Remake - Aerith (Capitolo 2 - Numen)

Nel Capitolo 2 compaiono per la prima volta anche i Numen, che interferiscono con Aerith quando Cloud la incontra. Toriyama spiega che i Numen che circondano Aerith nel Settore 8 non stanno cercando di interferire con la linea temporale, ma stanno guidando gli eventi in modo che Cloud e Aerith si incontrino per la prima volta in quel luogo. Queste misteriose entità si vogliono assicurare che Aerith rimanga nell’area e non scappi a causa del trambusto causato dall’attentato al reattore.

Nel Capitolo 3 incontriamo brevemente Marco, un misterioso uomo incappucciato dal passato oscuro. Sul suo braccio spicca un tatuaggio col numero 49. Le figure ammantate di nero sono tutte vittime di un avvelenamento estremo da mako e sono numerose nel mondo le persone che hanno riportato questo disturbo. Piuttosto che concentrarsi sulle loro identità individuali, presentano l’immagine complessiva di un gruppo avvolto nell’ombra.

Final Fantasy VII Remake - Marco

Andando avanti, appariranno più personaggi con il mantello nero rispetto all’originale e saranno rivelate maggiori dettagli sulla loro situazione.

Nel Capitolo 4 sembra che i Numen appaiano intenzionalmente per causare l’infortunio alla caviglia di Jessie, costringendo Cloud ad affrontare la prossima missione con il gruppo di Avalanche, proprio come nel gioco originale. Nel Remake, il contratto mercenario di Cloud con Avalanche viene interrotto prima della missione al Reattore 5 e il protagonista, in effetti, non aveva alcuna intenzione di accompagnare gli altri. Eppure, i Numen interferiscono per mantenere invariata la linea temporale predefinita e alla fine Cloud finisce per andare con i suoi compagni.

Nel Capitolo 7, quando Cloud cade precipita dopo la battaglia, è possibile vederlo circondato dai Numen. Poiché Cloud è destinato a sopravvivere alla caduta, i Numen si attivano proprio per salvarlo e mantenere il funzionamento di quella linea temporale.

Final Fantasy VII Remake - Cloud e i Numen

Nel Capitolo 8, Cloud ha delle premonizioni circa alcuni eventi che si svolgono più avanti nella storia dell’originale FFVII. Dopo aver incontrato Aerith nelle strade del Settore 8, anche Cloud riesce a vedere i Numen. A questo punto Cloud può vedere frammenti di un certo futuro prestabilito, forse a causa dell’influenza dell’interferenza con i suoi ricordi. Tuttavia, quella visione dura solo un secondo e non la vede minimamente nel dettaglio.

Screenshot di Final Fantasy VII Rebirth